Lezioni di equilibrio digitale: Come gestire le password in sicurezza

Reading Time: < 1 minute
photo by Jason Dent

Il consiglio del giorno

Usa un servizio di gestione delle password (password manager) così da non doverle ricordare ogni volta

😫 Il problema

Ogni servizio a cui ti registri – RaiPlay, Twitter, la posta elettronica – ti richiede di impostare una password, che poi ti devi segnare, riprendere, trascrivere. A meno che la tua memoria sia tale da ricordare tutte le password. Uno dei problemi è che per non impazzire finisci per usare la stessa password per tutti i servizi. Peccato che in questo modo ti esponi a forti rischi che un malintenzionato possa entrare nel tuo profilo o nel servizio che contiene dati personali per usarli a proprio vantaggio o, peggio ancora per distruggerli a meno che tu non paghi un riscatto.

🔨 Cosa fare

La soluzione più semplice è fare uso, sul computer e sullo smartphone, di un servizio di gestione delle password. Scegli una password lunga e forte per questo servizio e sarà questa l’unica password che dovrai ricordare. Tutte le altre saranno contenute al suo interno e potrai recuperarle in pochi passaggi, ogni volta che ne avrai bisogno.

💥 La soluzione

Il servizio che ti consiglio è BitWarden, gratuito, funzionale e disponibile per tutte le principali piattaforme, ma puoi scegliere quello che ti piace di più.

1 Commento

  1. Ciao !
    Personalmente sono un utente felice di 1password sin dalla versione 2.qualcosa e l’anno scorso ho abbracciato l’evoluzione del servizio in un modello ad abbonamento mensile.

    Ritengo importante sottolineare due passaggi. Il primo è quello della scelta del password manager, che deve essere fatta cercando di capire la “storia” di eventuali passate compromissioni del software che si sceglie per racchiudere quelli che sono tra i nostri dati personali più preziosi.
    Il secondo quello della corretta individuazione di una ‘password sicura’. Anni fa mi sono permesso di scrivere una piccola guida su come creare una password efficace senza affidarsi alla generazione computazionale della stessa offerta dai principali password manager.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *