Il libro: Il cerchio

Reading Time: 3 minutes

Il cerchio, di Dave Eggers è un romanzo pubblicato da Mondadori.

Il cerchio di Dave Eggers

Il progetto di usare i social network per creare un mondo più sano e più sicuro è davvero privo di conseguenze o rende gli esseri umani più esposti e fragili, alla fine più manipolabili? Se crolla la barriera tra pubblico e privato, non crolla forse anche la barriera che ci protegge dai totalitarismi? Presto quella che sembrava la storia delle idealistiche ambizioni di una donna diventa una storia di suspense, un’indagine a tutto campo sulle questioni della memoria, della privacy, della democrazia e dei limiti posti alla conoscenza umana.

💡 3 Idee importanti

In un futuro distopico la privacy non esiste. Un’azienda, con il potere di Facebook e Google messe insieme, produce una videocamera microscopica e a basso costo, così che ogni luogo della Terra può essere ripreso e visto in tempo reale.

Chi non condivide è visto con sospetto. Sono poche le persone che hanno deciso di vivere offline, col desiderio di non essere tracciate e spiate.

Chi partecipa, condivide e produce contenuti guadagna punti in una classifica globale che premia chi è più attivo. L’incentivo del gioco è sfruttato per rendere gli utenti dipendenti e acquisire allo stesso tempo sempre più informazioni sul loro comportamento.

🎤 2 Citazioni

La maggior parte della gente è così. La maggior parte della gente darebbe tutto ciò che sa, darebbe tutte le persone che conosce… darebbe qualunque cosa pur di sapere che è stata vista e riconosciuta, e che potrebbe persino essere ricordata. Sappiamo tutti che moriremo. Sappiamo tutti che il mondo è troppo grande perché si possa essere significativi. Così, non abbiamo altro che la speranza di essere visti o sentiti, anche solo per un momento.

«È un altro in senso buono» disse Mae. «È diventato migliore in mille modi, e te li posso elencare. Ma se tu non socializzi non posso farci niente. Volevo dire che il tuo bisogno di socializzare è così scarso…» «Non è che non socializzo. Io sono abbastanza socievole. Ma gli strumenti che create voi in realtà producono bisogni di socialità innaturalmente estremi. Nessuno ha davvero bisogno del numero di contatti che fornite voi. Non porta a nessun miglioramento. Non è nutriente. È come le merendine.

Sai come le studiano? Determinano con scientifica precisione di quanto sale e quanti grassi hanno bisogno per farti continuare a mangiare. Tu non hai fame, non senti il bisogno di mangiare, quello che hai davanti non ti stuzzica, ma continui a mangiare queste calorie vuote. Ecco quello che spacciate voi. La stessa cosa. Un numero incalcolabile di calorie vuote, il loro equivalente digitale e sociale.

E le calibrate in modo tale da rendere altrettanto dipendenti i loro consumatori.» «Oh, Gesù.» «Hai presente quando finisci un sacchetto di patatine e ti vorresti prendere a schiaffi? Sai che non hai fatto nulla di buono per te stesso. È la medesima sensazione, e tu lo sai, che si prova dopo una sbornia digitale. Ti senti vuoto, sprecato e diminuito.»

🏆 1 Insegnamento

Il cerchio è un romanzo che fa pensare perché mette a nudo la società odierna, esasperandone alcuni comportamenti. Una critica sociale non troppo lontana dalla realtà. Un’occasione per riflettere sui nostri comportamenti quotidiani e sulle conseguenze, sul piano personale e su quello sociale.


Le recensioni di libri su Equilibrio digitale seguono lo schema 3-2-1 per dare una sintesi del libro essenziale, utile e con un consiglio da applicare subito.
3 idee fondamentali che rappresentano il cuore dei concetti espressi;
2 citazioni che aiutano a comprendere alcuni passaggi chiave;
1 insegnamento da usare nella vita di tutti i giorni per migliorare il tuo rapporto con la tecnologia.


Altri libri recensiti

Minimalismo digitale di Cal Newport

Irresistibile di Adam Alter

Il libro: Instagram al tramonto di Paolo Landi

Il capitalismo della sorveglianza di Shoshana Zuboff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *