Lezioni di equilibrio digitale: Social media solo dal computer

Reading Time: 2 minutes
Credit: Maivisto.de

Il consiglio del giorno

Elimina dal telefono tutte le app relative a social media e social network per non avere la tentazione di usarle quando ti annoi.

Il problema

La tentazione è forte. Ogni volta che non hai niente da fare, che ti annoi, che hai voglia di perdere tempo per non fare qualcosa che ti costa sacrificio, prendi in mano il telefono e vai a caccia di distrazioni. Mi piace, commenti, notizie, immagini, brevi video. Il telefono è come una slot machine: lo prendi in mani e non sai mai che bella sorpresa potresti trovarci. Il meccanismo psicologico è quello della ricompensa casuale. Siccome non sai cosa ti aspetta, ogni volta che senti il bisogno di uno stimolo, prendi il telefono in mano e speri in una ricompensa.

😲 Cosa fare

Le app di social media e social network sono le sirene che cantano più forte. Dentro ci sono i tuoi amici, i profili delle celebrity e degli esperti che segui, i contenuti degli editori e dei giornalisti che più ti interessano. È facile scommettere che, prendendo il telefono in mano, qualche stimolo possa arrivare. Per questo motivo è bene contrastare questo comportamento quasi inconscio e instaurare una nuova abitudine, ovvero di imparare ad annoiarsi e non fare nulla. L’alternativa è sempre quella di avere un libro con se o, se non hai un ebook reader, aprire l’app per leggere libri digitali e rafforzare la capacità di concentrarti e tenere l’attenzione su ciò che stai facendo per più di poche decine di secondi.

💡 La soluzione

Elimina le app di Facebook, Instagram, Linkedin, Twitter, Pinterest (includi anche WhatsApp e telegram) dallo smartphone. Usa questi servizi solo quando sei a casa e hai tempo di sederti davanti al computer. Non deve essere più un riflesso incondizionato, ma un’azione consapevole e limitata nella giornata.

Il libro: Irresistibile di Adam Alter

Reading Time: 2 minutes

Irresistibile, come dire no alla schiavitù della tecnologia, di Adam Alter è pubblicato da Giunti nel 2018.

La metà di noi preferirebbe rompersi un osso piuttosto che rinunciare allo smartphone. Adam Alter, professore di psicologia e di marketing alla New York University, segue l’ascesa delle dipendenze comportamentali e spiega perché molte delle tecnologie attuali sono irresistibili. Le aziende che le progettano ne aggiornano le caratteristiche finché diventa impossibile resistervi.

Alter spiega, con lo stesso spirito di Equilibrio digitale come possiamo utilizzare al meglio queste tecnologie e come possiamo mitigare gli effetti più dannosi sul nostro benessere, e sulla salute dei nostri figli.

Illuminante è la descrizione dei meccanismi psicologici, propri dell’essere umano, sfruttati dai social media per avere la nostra attenzione e catturarla, contro il nostro interesse, per il più a lungo possibile.

Leggi tutto

Lezioni di equilibrio digitale: riduci la dipendenza da Google

Reading Time: < 1 minute
Foto credit: Maivisto

🍭 Il consiglio del giorno

Usa sistemi alternativi ai servizi Google per acquisire indipendenza e promuovere il pluralismo.

😣 Il problema

Google offre decine di servizi gratuiti di alto livello, usati da miliardi di persone. Fantastico, vero? Peccato che tutto ciò favorisca una condizione di monopolio e di posizione dominante che limita l’innovazione e lo sviluppo di nuovi servizi alternativi. Usare solo e sempre Google significa dare troppo potere a una sola azienda, che finisce per sapere tutto di te. Più di quanto tu conosca te stesso. Ti puoi fidare?

😇 Cosa fare

Online esistono servizi alternativi per ognuno dei servizi offerti da Google. Alcuni sono noti, altri meno. Alcuni sono facili da usare, altri un po’ limitanti.

Il bello è che non si fanno gli affari tuoi e non ti vendono pubblicità. Alcuni si pagano, ma spesso conviene perché quando è gratis paghi rinunciando alla tua privacy e alla tua attenzione, in cambio di pubblicità e dati personali.

🪂 La soluzione

☞ No more Google

No more Google è un sito che raccoglie tutte le alternative ai servizi Google che non raccolgono dati su di te. Trovi motori di ricerca, browser e tante altre applicazioni. Scoprile, installale e usale.

Lezioni di equilibrio digitale: Elimina la pubblicità mentre navighi

Reading Time: < 1 minute

🎈 Il consiglio del giorno

Blocca la pubblicità online per ridurre le distrazioni ed essere più efficiente nella navigazione

Il problema

Navigare è un percorso a ostacoli. La pubblicità è il modello prevalente per remunerare i contenuti, soprattutto editoriali. Peccato che il rendimento per pagina sia mediamente così basso che gli editori cercano in tutti i modi di tracciarti, profilarti, spiarti per generare più ricavi. In più la pubblicità ti distrae e ti impedisce di concentrarti in quello che stai facendo, limitando le tue capacità cognitive.

Cosa fare

Legittima difesa è adottare una estensione per il browser che blocchi la pubblicità e il tracciamento. In questo modo risparmierai traffico dati quando sei in mobilità, le pagine saranno più veloci a caricare e potrai concentrarti su ciò che conta. Se vuoi supportare chi crea contenuti puoi sempre abbonarti o fare una donazione quando possibile.

🥂 La soluzione

uBlock Origin

Il sistema per bloccare la pubblicità più efficiente per Chrome e per Firefox è l’estensione uBlock Origin. Per altri browser o piattaforme specifiche ne trovi diversi. Usa quello che preferisci.

Lezioni di equilibrio digitale: tutte le newsletter fuori dalla casella di posta

Reading Time: < 1 minute
Illustrazione di Maxime Prévost

🎇 Il consiglio del giorno

Usa un servizio dedicato per aggregare e leggere le tue newsletter preferite, fuori dalla casella di posta

🧨 Il problema

Le newsletter sono un sistema pratico e funzionale per impacchettare contenuti e distribuirli. Basta inserire il proprio indirizzo di posta elettronica e arrivano automaticamente notizie, articoli, suggerimenti, informazioni, link e altre meraviglie. Peccato che, essendo il tutto gratis, è facile finire per abbonarsi a tante newsletter, troppe, e perdere di vista le email che contano, anche su Gmail.

🪂 Cosa fare

L’ideale sarebbe avere un indirizzo di posta separato, dove ricevere solo le newsletter. In questo modo i flussi si separano e non vieni distratto dalla tentazione di leggere quella nuova succosa newsletter che ti è appena stata recapitata.

La soluzione

Invece di dover gestire più indirizzi di posta si può utilizzare un servizio dedicato come Stoop inbox. Invece della tua vecchia email avrai una email@stoopinbox.com con cui abbonarti e potrai leggere i messaggi attraverso una pagina web o un’app dedicata per smartphone, iPhone o Android. Le funzioni base sono gratuite.

Stoop Inbox

Il libro: Minimalismo digitale di Cal Newport

Reading Time: 2 minutes

Minimalismo digitale di Cal Newport è stato pubblicato da ROI Edizioni nel 2019.

La copertina di Minimalismo digitale

“Minimalismo” è l’arte di saper riconoscere lo stretto necessario. Il “minimalismo digitale” è l’applicazione di questa idea alle tecnologie. Pensare la vita senza smartphone, Internet e social network oggi ci sembra quasi impossibile, eppure fino a qualche anno fa la maggior parte di questi strumenti non esisteva.

💡 3 Idee importanti

Il minimalismo digitale riconosce che l’eccesso con cui riempiamo il nostro tempo e su cui focalizziamo la nostra attenzione, usando troppi dispositivi, troppe app, troppi servizi sottrae valore alle nostre giornate, riducendo il vantaggio che le singole tecnologie, prese di per se, sono in grado di offrire.

Ottimizzare l’uso della tecnologia è importante. Scegliere la migliore soluzione per compiere un lavoro o soddisfare un bisogno è solo il primo passo. Quello decisivo è pensare attentamente a come andremo a usare la stessa tecnologia.

Usare la tecnologia con intenzionalità ci aiuta a dare un significato a come la usiamo, con il risultato che l’uso che ne faremo ci darà maggiore soddisfazione. Indipendentemente dalla tecnologia, ciò che conta è il significato che gli attribuiamo.

🎤 2 Citazioni

Le grandi aziende dell’economia dell’attenzione che hanno introdotto molte delle nuove tecnologie non vogliono che pensiamo a come ottimizzarne l’uso. Queste aziende fanno più soldi se passiamo più tempo a usare i loro prodotti. Vogliono quindi che pensi alle loro offerte come una sorta di ecosistema divertente dove succedono cose interessanti

Come Socrate spiega a Fedro nella nota metafora del carro, la nostra anima si può immaginare come il conducente di un carro che fatica a controllare due cavalli, uno che rappresenta la nostra natura migliore e l’altro basato sugli impulsi. Con il cedere sempre più autonomia al digitale, diamo energia al secondo cavallo, rendendo più difficile al conducente il controllo della corsa, diminuendo l’autorità della nostra anima

Cal Newport in Minimalismo digitale

🏆 1 Insegnamento

Partecipa sul social web con più consapevolezza, riducendo l’interattività. Clicca meno mi piace e lascia più commenti ricchi di contenuto. Leggi con attenzione ciò che ti viene proposto e riduci lo scorrere del flusso per inerzia. Quando ti rendi conto di farlo, prendi coscienza del tuo stato d’animo (noia? paura? rabbia?), chiudi l’app e dedicati ad altro.


Le recensioni di libri su Equilibrio digitale seguono lo schema 3-2-1 per dare una sintesi del libro essenziale, utile e con un consiglio da applicare subito.
3 idee fondamentali che rappresentano il cuore dei concetti espressi;
2 citazioni che aiutano a comprendere alcuni passaggi chiave;
1 insegnamento da usare nella vita di tutti i giorni per migliorare il tuo rapporto con la tecnologia